Tesori di Carta dal Fondo Nino Zucchelli

Domenica di Carta 13 ottobre 2019

La documentazione del Fondo Nino Zucchelli, conservata in Archivio di Stato di Bergamo, è stata acquistata nel 2006 dalla Soprintendenza archivistica per la Toscana dalla Libreria antiquaria Palatina di Firenze.
Il fondo è costituito da 22 fascicoli e un catalogo a stampa relativi all'organizzazione della "Mostra internazionale del disegno moderno" tenutasi a Bergamo, Palazzo della Ragione, dal 28 settembre al 22 ottobre 1950. I fascicoli contengono corrispondenza con artisti le cui opere furono esposte alla mostra, tra i quali Eugene Bermann, Carlo Carrà, Marc Chagall, Filippo De Pisis, Lucio Fontana, Gino Ghiringhelli, Alberto Giacometti, Giorgio Morandi, Georges Roualt, Gino Severini, Maurice Utrillo, Bram Van Velde, Emilio Vedova, Jacques Villon.

Nato a Clusone (BG) il 17 novembre 1913, Nino Zucchelli è stato una delle più importanti figure del panorama culturale del secondo Novecento, organizzatore di manifestazioni artistiche e culturali che spaziarono dalla fotografia alle arti figurative al cinema. Uomo schivo, colto, dal forte carattere, autore di numerosi documentari; nel 1949 fu uno degli artefici del VII congresso internazionale di architettura moderna che si svolse a Bergamo con la partecipazione di Le Courbusier ed artisti di 23 paesi, nel 1950 organizzò a Bergamo la “Mostra internazionale del disegno moderno” invitando artisti di fama mondiale  e dal 1958 diresse il festival cinematografico da lui ideato: il "Gran premio Bergamo - Internazionale del film d'arte e sull'arte", dal 1966 "Concorso internazionale del film d'autore", che si svolse a Bergamo fino al 1970, per approdare infine a Sanremo dove la manifestazione assunse la denominazione di "Mostra internazionale del film d'autore". Morì a Bergamo il 27 giugno 1994, 25 anni fa.

Progetto: Mauro Livraga

Realizzazione e referenze fotografiche: Lucia Citerio, Barbara Feltre, Emilia Peduzzo

Referenze informatiche: Carmelo Ventre