I ragazzi del '99

I ragazzi del ’99 sono i giovani nati nel 1899, chiamati alla leva nel 1917, per effetto del Decreto Luogotenziale n. 112; in quell’anno collocato nel cuore della Grande guerra avrebbero compiuto diciotto anni e pertanto furono chiamati alle armi e inviati al fronte. La loro presenza andò a incrementare gli schieramenti militari che avevano subito gravi perdite sull’Ortigara, intorno a Monfalcone e a Caporetto. Furono inviati sui principali teatri di guerra: rinsaldarono la linea sul Piave, scalarono le impervie alture del Monte Grappa, si distinsero a Vittorio Veneto e lungo i fronti del triveneto.
Questo Archivio di Stato conserva carte e documenti che consentono di ricostruire le vicende dei giovanissimi bergamaschi che parteciparono alla Prima guerra mondiale. La mostra presenta una selezione di ruoli matricolari estratti dal fondo archivistico del Distretto Militare di Bergamo e Treviglio. I documenti consentono innanzitutto di inquadrare la figura del soldato fornendo dati sulla maternità, paternità, luogo e data di nascita, condizione sociale, dati antropometrici e descrizione fisica. Raccontano anche, a distanza di un secolo, episodi della carriera militare: particolari della vita in trincea, come le malattie più diffuse, la partecipazione a importanti azioni militari, come quelle lungo i fiumi Isonzo e Piave, l’appartenenza a specifici reggimenti. Spesso la documentazione riporta notizie certe, a volte mai rintracciate nei lunghi anni che ci separano dalla Prima guerra mondiale, sulle circostanze che obbligarono a trascrivere le diciture morto, caduto, disperso.
La ricerca sui Ragazzi del ‘99 può essere svolta attraverso la consultazione di diverse fonti documentarie.
La documentazione maggiormente rilevante è costituita dai registri dei ruoli matricolari di cui sono stati compilati indici alfabetici informatizzati distinti per il Distretto militare di Bergamo e per il Distretto militare di Treviglio, per un totale di 5501 record.
Sono disponibili inoltre gli indici alfabetici relativi alle liste di leva della città di Bergamo e dei comuni della provincia.
Risulta anche fondamentale il confronto con gli Atti di Stato civile prodotti da Bergamo e dai Comuni della Provincia (1866 – 1900), disponibili sul Portale degli Antenati Stato Civile consultabile sul sito http://www.antenati.san.beniculturali.it.

Catalogo della mostra digitale

Progetto: Mauro Livraga

Coordinamento scientifico e realizzazione: Laura Businaro e Lucia Citerio

Referenze fotografiche: Stefano Muratori

Referenze informatiche: Carmelo Ventre

Inventari a cura di: Carlo Alberto Dell'Amico e Antonio Scognamiglio