Quando è tempo di Puglia

Locandina Evento Puglia

Tratto da fatti e personaggi desunti da documenti d’archivio, il testo narra di un giovane mercante della famiglia Asperti, Petrello,  che alla metà del Cinquecento parte da Bergamo e si reca in Puglia, alla ricerca di lane e olio a buon mercato con cui incrementare la produzione tessile familiare. Il viaggio verso Sud, storicamente abbastanza frequente all’epoca, si intreccia con un misterioso delitto e una fuga che conduce il protagonista nelle città di Trento, Ostiglia, Senigallia, Lanciano e Foggia, fino a giungere a Molfetta, sul litorale pugliese, dove fisserà la sua dimora. Qui, come spesso in realtà avveniva, creerà una florida attività commerciale ma dovrà anche affrontare numerosi ostacoli. Il suo linguaggio lombardo gli guadagnerà il soprannome di “Messer Negotta”, l’eroe di un Rinascimento borghese che si muove tra diverse consuetudini tradizionali del Nord e del Sud, nelle terre dei Gonzaga, in un romanzo che è anche di formazione e di maturazione, attraversato dalla intensa ricerca del proprio destino.

 

Antonia Abbattista Finocchiaro, giornalista, Guida dell’Accademia Carrara e insegnante ha pubblicato numerosi testi di ricerca artistica e storica. Si ricordano: la collaborazione a I pittori bergamaschi dell’Ottocento (1992); i volumi di antiquariato Il libro dei gioielli dal Settecento ad oggi (1992) e Il libro dei bastoni (1993);  Bergamo e Venezia nell’età di Lorenzo Lotto: momento di straordinarie proposte artistiche (2001); gli interventi nelle tre edizioni di Arte a Bergamo (2001-2003); il progetto su Ponziano Loverini, pittore universale (2004); il cdRom L’Ottocento sconosciuto a Bergamo (2005); Bergamo incanto dell’arte e dell’architettura (2011);  Generosi benefattori,  il catalogo dei ritratti della Fondazione Maria Ausiliatrice di Bergamo in Tendere la mano ai bisognosi (2014)